Parrocchia Mirano San Michele Arcangelo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'organo liturgico

Tour
 
 
 
 

La musica sacra, ovvero, elevare a Dio
l'accordo del salmo e della lode.


Organo liturgico

Le prime notizie dell'organo della chiesa di Mirano risalgono al 1700. Agli inizi del 1800 il maestro organaro Giovanni Bazzani, utilizzando anche alcuni  elementi dell'organo precedente, dotava la chiesa di uno strumento rifatto ex novo. Anche nel 1811 Antonio Callido di Venezia riammodernò lo strumento.
Più tardi, e cioè nel 1857, i fratelli Bazzani, figli di Giacomo, riprendono in mano  lo strumento e ne viene fuori un nuovo organo più rispondente alle esigenze della liturgia e del canto sacro. Nel 1932 la ditta Vincenzo Mascioni di Cuvio (Varese) fece un significativo intervento inserendo nuovi registri e la trasmissione elettrica.  La stessa ditta Mascioni nel 1994, su invito del parroco mons. Luigi Mario Facchinello, operò un restauro conservativo di fondo e oggi lo strumento conta 1.748 canne di cui 1.023 del vecchio Bazzani, due tastiere con 61 tasti e una pedaliera con 32  pedali.
È un grande organo collocato sopra la porta maggiore della chiesa, in una cantoria dalla struttura originale per la sua bellezza e le sue forme. È opera dell'architetto bellunese Giuseppe Segusini, realizzata nel 1857.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu